La “Gaza” Afghana e la Gaza Palestinese: risucchiate in un vortice di fuoco e sangue mentre gli oppressori si divertono e fanno razzia!

SPA protest against attacks on Gaza and Urgoon

In Afghanistan e in Palestina, il sangue degli innocenti scorre come un fiume in piena. Ogni giorno assistiamo ad atrocità indescrivibili. Senza alcun dubbio, ogni catastrofe di natura criminale nel mondo vede la firma di cannibali neo-colonialisti intenti a fare i loro sporchi interessi attraverso guerre e saccheggi. E in tutto ciò, il mondo cosiddetto ‘libero’ e ‘democratico’ rimane a guardare in silenzio le atrocità compiute da talebani e sionisti, fornendo loro armamenti e aiuti finanziari.

Da molti anni, la ‘Gaza’ Afghana e la Gaza palestinese - accomunate dallo stesso tragico destino - sono vittime delle continue cospirazioni delle potenze occidentali. Per questo ci rivolgiamo a tutti i popoli del mondo, affinché prendano consapevolezza di questo scempio e si mobilitino per fermare l’avanzata del fascismo e dei regimi criminali che stanno disseminando terrore e distruzione nel mondo - prima che sia troppo tardi.

I massacri avvenuti di recente nel distretto di Orgun, avvengono in un momento critico, in cui i burocrati più corrotti del nostro paese stanno cercando di accapparrarsi posizioni di prestigio nel futuro governo mentre la sicurezza del popolo afghano viene messa ancora una volta in secondo piano. Allo stesso tempo, i criminali che siedono in parlamento - così come tutti gli altri criminali del resto - stanno approfittando della situazione catastrofica in cui desta il nostro paese per assicurarsi privilegi nel nuovo parlamento e un ruolo chiave nel futuro governo. I talebani assetati di sangue, sotto la spinta dei servizi segreti dei paesi imperialisti e del governo pakistano, hanno intensificato la loro campagna terroristica e gli attacchi kamikaze, colpendo ancora una volta il popolo afghano nel tentativo di raggiungere i loro infimi obiettivi. Questi criminali parlano senza vergogna di ‘jihad contro gli infedeli’ quando in realtà sono proprio loro il braccio destro degli ‘infedeli’ americani e della Nato, che aiutano a realizzare il piano generale di distruzione del paese.

Il martirio e la fuga di migliaia di connazionali dalle provincie di Helmand, Kandahar, Nuristan, Badakhshan e Orgun, senza contare la povertà crescente del popolo afghano e le continue minacce subite, sono la prova che i nemici del nostro popolo stanno attuando un vero e proprio piano di distruzione del paese. Non ci vorrà molto prima che i talebani, con l’appoggio degli americani, formeranno un regime ancor più sanguinolento di quello che sta per volgere a termine, e composto da criminali e saccheggiatori che ancora una volta trascineranno il nostro popolo alla rovina.

Il Partito della Solidarietà dell’Afghanistan - Solidarity Party of Afghanistan (SPA) esprime le proprie condoglianze ai sopravvissuti della strage di Orgun e al martoriato popolo palestinese. Il partito condanna gli attacchi talebani in Afghanistan e quelli del regime fascista di Israele a Gaza. Lacrime e denunce non serviranno a fermare questi crimini: solo la mobilitazione delle nazioni oppresse contro i propri oppressori potrà fermare queste catastrofi e liberare i popoli oppressi.

Fintanto che gli invasori e i loro lacchè continueranno a martoriare il nostro popolo, e un governo democratico non sarà eletto, non ci sarà alcuno spiraglio di pace e prosperità per gli oppressi, e la criminalità continuerà a regnare sovrana. Pertanto, ci rivolgiamo oggi a tutte le istituzioni e figure progressiste, politiche e non, nel mondo affinché si uniscano alla lenta e sporadica lotta contro questi criminali e spingano tutti i paesi oppressi nel mondo a prendere consapevolezza e a mobilitarsi.

Il Partito della Solidarietà dell’Afghanistan
22 Luglio 2014

Translated by: CISDA

Palestine Poster